La gamma di prodotti Signature firmata da Tapì

tapigroup 29 Ottobre 2020 0

Il progetto Signature nasce in Francia qualche anno fa, inizialmente per soddisfare la richiesta di alcuni mercati premium, tra cui possiamo citare il Cognac, che avevano la necessità di sviluppare packaging in grado di esaltare e risaltare le caratteristiche intrinseche dei prodotti in esso racchiusi.

Nella pratica, questa tipologia specifica di settori, ovvero premium e super premium, ricercavano packaging che, nel loro complesso, fossero all’altezza in termini di materiali, prodotti e servizio, che dovevano essere necessariamente di altissima qualità e con alte prestazioni. Mercati particolari che hanno richiesto uno studio alla ricerca dell’artigianalità e customizzazione, caratteristiche che tutt’oggi impegnano il nostro comparto di Ricerca e Sviluppo.

Ma non è solo questo: le caraffe utilizzate per racchiudere tali elisir preziosi, rispetto alle bottiglie utilizzati in mercati più commerciali, hanno imboccature più larghe che necessitano di tappi più grandi e pesanti. Così nasce la linea Signature firmata da Tapì: da un’esigenza specifica che, con gli anni e la costante ricerca, siamo riusciti a trasformare in una gamma di prodotti adatti a qualsiasi tipologia di distillato che necessita di un sigillo bello da vedere e dalla massima efficienza.

Signature Ceramic Inspiration

Chiusure di alta gamma dal fascino ora prezioso, ora anticato, ora velato di mistero. Piccole sculture ispirate dalla bellezza della ceramica in ambito artistico e architettonico. Così può essere riassunta la gamma di prodotti Ceramic Inspiration, veri e propri capolavori di packaging design che permettono la creazione di tappi dallo stile scultoreo, senza tempo, con un occhio sempre attento alla sostenibilità.

Ad oggi sono numerose le tipologie di finiture disponibili, tra cui la più recente Stone Effect, che riprende le caratteristiche della pietra per donare un tocco di artigianalità a qualsiasi prodotto con esso sigillato.

Signature Wood Inspiration

La bellezza del legno è uno tra i punti cardine della linea Signature Wood Inspiration. L’eleganza si incontra con il senso di calore suscitato dal materiale, al fine di produrre una serie di chiusure in grado di esaltare qualsiasi distillato sigillato.

Un materiale che resiste alla prova del tempo, disponibile in molteplici finiture, ognuna pensata per esigenze differenti tra di loro.

Forme rotonde, nette e regolari. Dettagli di stile che donano ad ogni singolo tappo un’unicità immutabile, capace di sorprendere al primo sguardo. Tradizione e modernità si incontrano, per la produzione di una serie di chiusure che guardano al futuro esprimendo al meglio i valori di una bellezza passata.

Piccoli capolavori dal sapore artigianale, così può definirsi Signature Wood Inspiration, che da poco si è arricchita di due nuove tipologie di finiture: Craft Effect, con inserti in pelle, ed Exotic Wood, che utilizza legni dai sapori esotici e lontani per far vivere un viaggio unico al consumatore finale.

Questo articolo è pubblicato nella nostra rivista cartacea TapInk

Richiedi la tua copia per essere sempre aggiornato sul mondo di Tapì.

La percezione del packaging nel consumatore finale

tapigroup 22 Ottobre 2020 0

Di seguito scopriremo quali elementi sono in grado di influenzare positivamente la percezione del packaging

Il mondo del packaging design è cambiato radicalmente e frequentemente a partire dagli anni Sessanta ad oggi, poiché i diversi produttori hanno continuato a muoversi per ottenere un posizionamento chiaro, un vero e proprio riconoscimento del marchio e la fedeltà da parte dei propri clienti. In questo contesto, quindi, è diventato fondamentale comprendere in che modo i consumatori finali percepiscono e rispondono ai cambiamenti, alle evoluzioni e alle tendenze del settore.

La percezione del packaging

Il packaging e tutto quello che riesce a trasmettere a livello di percezioni, gioca un ruolo fondamentale sui modelli di consumo. Quando le percezioni non corrispondono alle aspettative subentrano delusione e insoddisfazione, in grado di portare a un impatto negativo immediato su posizionamento e vendite di un prodotto, oltre che a danni sul lungo periodo relativi alla credibilità di un determinato brand.

Nel packaging design è quindi molto importante il valore percepito, dato dall’insieme degli elementi emotivi e intangibili di un prodotto. Nel mondo del branding e del packaging, tutti questi elementi intrinseci forniscono ai clienti nuove modalità di approccio e consumo dei prodotti e di fidelizzazione in termini di valore ed emozione.

Vediamo insieme alcuni degli elementi a cui prestare attenzione quando si creano soluzioni di packaging e come questi si collegano alla percezione del marchio e del prodotto stesso.

Brand positioning

Il packaging aiuta a sviluppare la brand loyalty da parte del consumatore. La creazione di linee di prodotti con elementi di imballaggio unici permette ai clienti di riconoscere il brand in qualsiasi canale di vendita. La differenziazione è diventata quindi un principio essenziale in epoca moderna.

In fase di acquisto, il cliente presterà grande attenzione alla qualità, al design, all’innovazione, ai colori e ai materiali. Quando questi elementi vengono correttamente utilizzati nello sviluppo delle soluzioni di packaging e rimangono coerenti nel tempo, il prodotto diventerà automaticamente riconoscibile e creerà un senso di attrazione nella mente del consumatore. Questo conferisce al brand un vantaggio rispetto alla concorrenza.

Design e qualità del packaging

La qualità è un interessante punto di discussione ed è un punto fermo quando si parla di packaging design. Questo elemento deve essere al pari del bene fornito, in modo da esaltare le caratteristiche dello stesso agli occhi del consumatore finale.

Nel mondo degli spirits premium e super premium, il packaging riflette quasi sempre il prodotto in esso racchiuso. Tutti gli elementi devono essere studiati in maniera maniacale per far sì che l’insieme risulti attrattivo per il consumatore, riflettendo i valori del brand e compiendo un’azione di storytelling che faccia leva sull’emozionalità, senza dimenticare la qualità.

Valore percepito

Torniamo ora a parlare di valore percepito. Ci sono diversi modi in cui i brand possono allinearsi per elevare o spostare il loro posizionamento nel mercato. Da qui nascono le operazioni di rebranding che vanno a toccare non solo i prodotti, ma anche valori come la mission e la vision aziendali, necessarie per attirare nuove tipologie di target e per le quali il packaging ricopre un ruolo fondamentale

Un altro buon esempio in tal senso sono i prodotti in limited edition, i quali hanno un alto tasso di conversione perché fanno leva sul senso di urgenza e scarsità nel consumatore finale. In questo caso, il messaggio trasmesso è che se non agisci ora, perderai l’opportunità di acquistare qualcosa di unico e al quale molte altre persone non avranno accesso.

Il valore percepito può anche essere influenzato dalla funzionalità e dall’attrattività generale dell’imballaggio. Un packaging ben progettato può incentivare le vendite e generare un passaparola positivo.

Il mondo beverage è un perfetto esempio in tal senso. Prendiamo OryGin, un distillato francese dal colore ambrato e dove l’oro è la caratteristica predominante. In questo caso è stato scelto un packaging elegante, in grado di esaltare i valori a cui esso si ispira. Una bottiglia semplice, ma allo stesso tempo ricercata, sigillata da una chiusura T-Wood Tapì personalizzata con la tecnica del Color Filling. Un prodotto di lusso, in cui il packaging si propone come leva di marketing per confermare un altissimo valore percepito dal consumatore finale.

In conclusione

Il design del tuo packaging deve essere impeccabile, per questo ti consigliamo di affidarti a un consulente esperto che comprenda sia la psicologia del consumatore, che il processo di produzione e le esigenze del Cliente. Nel corso degli anni, noi di Tapì ci siamo specializzati nella progettazione di chiusure in grado di esaltare e completare al meglio il packaging dei prodotti, dando vita a gamme di prodotto e progetti personalizzati su misura per le esigenze dei nostri Clienti.

Contattaci per saperne di più.

Tappi per vino: come scegliere quello giusto e i trend a cui prestare attenzione

tapigroup 14 Ottobre 2020 0

Scegliere la giusta chiusura per vino è molto importante, così da preservare correttamente il prodotto custodito all’interno della bottiglia

Nel mondo vino, non solo è importante valutare il prodotto di per sé, ma anche come questo viene sigillato e confezionato. Ad oggi, esistono numerose tipologie di chiusure per vino e le possibilità di scelta si sono fatte molto più ampie rispetto al passato, sia per estetica che per materiali utilizzati.

Lo stuolo di opzioni disponibili pone alcune sfide per i produttori di vino e la selezione non può non prescindere da elementi quali i vantaggi generali, i trend del momento, il rapporto costo – efficacia e, ovviamente, la tipologia di prodotto che si dovrà andare a sigillare.

Un passo indietro

Il vino è una bevanda dalle origini arcaiche riconducibile ai tempi della Preistoria e la sua storia è così antica da fondersi perfettamente con quella dell’umanità. Tra leggenda, religione e storia, questo particolare mondo è sempre stato caratterizzato da una grandissima varietà di sfumature aromatiche, dovute alle diverse tipologie di vitigni, alle zone di coltivazione e al clima più o meno temperato delle stesse.

Ad oggi è diventato pressoché impossibile trovare due prodotti identici tra loro, per questo risulta fondamentale preservare l’unicità di ciascuno.

La gamma di chiusure Tapì per il settore vinicolo offre soluzioni high-tech all’avanguardia che garantiscono massime prestazioni, affidabilità ed efficienza nel preservare e proteggere le proprietà organolettiche di un prodotto sofisticato come il vino di qualità.

Scopri di più sui tappi per vino firmati Tapì

Cosa utilizzano oggi i produttori di vino per sigillare le proprie bottiglie

Ogni azienda vinicola si avvicina alla scelta della giusta chiusura in maniera diversa dalle altre, considerando il rapporto costo – benefici, i vantaggi generali e i trend più attuali. C’è chi continua a prediligere i tappi in sughero, tra i più utilizzati soprattutto in passato, e chi preferisce chiusure in micro-agglomerato, in sintetico o altre in tipologie di materiali sviluppati nel corso degli anni.

Data la nostra pluriennale esperienza nel settore delle chiusure dedicate al mondo vino, supportiamo i nostri Clienti affinché effettuino la scelta migliore a livello estetico e prestazionale, con un occhio sempre attento a tendenze contemporanee e molto sentite dai consumatori finali, come per esempio l’impatto ambientale.

Chiusure per vini fermi

I tappi tradizionali per vini fermi possono essere di semplice forma cilindrica oppure a T.

Essendo prodotti con un diametro maggiore rispetto al collo della bottiglia, vengono compressi in fase di tappatura per entrare agevolmente al suo interno.

La loro successiva espansione garantisce la chiusura ermetica del contenitore, assolvendo a pieno la funzione di prevenire l’evaporazione e l’ossidazione del vino contenuto.

 

Chiusure per vini frizzanti

I sistemi di chiusura per vini frizzanti devono essere in grado di garantire, oltre all’ermeticità, anche la tenuta alla sovrapressione interna.

Per ottenere tale risultato è necessario che il tappo possieda delle particolari caratteristiche di elasticità, così da fornire la massima tenuta nella zona in prossimità del fondo. In questo modo sarà possibile prevenire fuoriuscite di anidride carbonica che potrebbero rovinare l’unicità e il gusto del prodotto.

 

Tappi per vino: i trend da non sottovalutare

Le tendenze nel mondo delle chiusure vanno e vengono nel tempo, ma è utile conoscere quelle emergenti e comprendere come si sta muovendo il settore.

Sicuramente, un trend da tenere in considerazione è quello della sostenibilità: tematica sempre più sentita dai produttori, aziende e consumatori finali.

Devin: il nuovo tappo per il mondo vino

Negli ultimi anni l’attenzione si è spostata principalmente verso l’ambiente e le azioni che privati e aziende possono intraprendere per ridurre al minimo il proprio impatto. Da questo ideale nasce Devin: una chiusura innovativa dedicata al mondo vino, firmata da noi di Tapì, con una ridotta impronta di carbonio.

Per la realizzazione di Devin vengono utilizzati esclusivamente polimeri di origine vegetale miscelati agli scarti di vinaccia derivati dalla produzione del vino, altrimenti destinati allo smaltimento. Una chiusura dall’anima green che non altera le prestazioni, con performance meccaniche e di tenuta di ossigeno che lo rendono un tappo evoluto e sicuro, dedicato a tutti i vini di qualità, biodinamici e SO2 free.

Mekano: design ed innovazione

Altra tendenza nel mondo vino è quella di utilizzare chiusure fuori dai classici schemi per la creazione di packaging d’effetto, senza però dimenticare le performance tecniche e meccaniche.

In questo contesto si posiziona Mekano, un tappo dal design tipicamente made in Italy che può essere utilizzato con successo nel mondo vino.

Le sue elevate prestazioni tecniche lo rendono la chiusura perfetta per le aziende che operano nel settore wine che desiderano avere una massima sicurezza di tenuta, un’elevata barriera ai gas. Un prodotto interessante e versatile, con infinite possibilità di personalizzazione, ideale per tutti i brand che vogliono distinguersi all’interno della propria nicchia di mercato.

Mekano è una chiusura riutilizzabile: solitamente, una volta stappata una bottiglia di vino, il tappo va sostituito con un altro per la conservazione. Mekano, invece, permette di richiudere la bottiglia ad ogni utilizzo. Inoltre, una volta consumato il prodotto, la bottiglia può essere riutilizzata e riempita con qualsiasi altro liquido, continuando a garantire una perfetta conservazione.

In conclusione

I consigli sopra riportati sono delle indicazioni fornite in base alla nostra esperienza. Ad ogni modo, suggeriamo di valutare tutti gli elementi e fattori coinvolti: bottiglia, tipologia di prodotto, livello di riempimento e packaging nel suo complesso.

Contattaci per avere una consulenza da un nostro manager di zona.