Tapì continua a lavorare per i suoi Clienti, proteggendo prima di tutto i suoi dipendenti

tapigroup 23 Marzo 2020 0

È dura, irrimediabilmente dura, inutile negarlo. Ogni giorno che passa c’è quel barlume di speranza legato ai numeri diffusi dalla Protezione Civile con la diretta nazionale delle ore 18:00. Si spera sempre che i numeri dei nuovi casi positivi al COVID-19 diminuisca, e con esso anche i deceduti con e per questo nemico invisibile che, con tutte le forze, la nostra Italia sta cercando di combattere.

Poi ci siete voi, i nostri Clienti, che ogni giorno ci chiamate per sapere com’è la situazione. La vostra preoccupazione è per noi commovente e vi ringraziamo infinitamente per la vostra vicinanza.

I notiziari, i giornali ed i social network parlano di aziende ed attività in crisi, di un’Italia e del suo relativo marchio che non si sa quando si rialzerà da questo duro momento. E no, perché non è solo il nuovo Coronavirus che ci sta mettendo in ginocchio, ma tutto ciò che ad esso è collegato.

Prima della virale diffusione in tutta Europa e nel Mondo, anche noi, come la Cina, siamo stati additati come “untori” e il Made in Italy ha un po’ perso quella che era la sua forza e la sua iconicità. Ora siamo tutti vicini in questa tragedia, che non si è arrestata dopo il suo passaggio in Italia, ma si è diffusa in tutti i Paesi del globo.

All’interno del Gruppo Tapì, già dopo qualche giorno dallo scoppio della “bomba” mediatica, ma comunque prima dell’entrata in vigore di norme restrittive relativamente ai contatti sociali e lavorativi, abbiamo deciso di proteggere i nostri dipendenti e lavoratori: la nostra linfa vitale, coloro che ci permettono una crescita quotidiana e che garantiscono la vostra soddisfazione.

Abbiamo quindi implementato lo smart working per tutti coloro che vivono i nostri uffici, garantendo così una continuità nella gestione degli ordini, delle richieste e della normale amministrazione aziendale.

In produzione, che non può fermarsi essendo legata alla filiera alimentare, abbiamo dotato i dipendenti di maschere protettive, guanti monouso e liquido disinfettante per mani e corpo. Inoltre, per cercare di arginare la diffusione del virus, ogni giorno è prevista la misurazione della temperatura corporea all’entrata in azienda. Infine, per ridurre al minimo le persone presenti in azienda, abbiamo deciso di implementare un sistema di turnazione sulle 24 ore.

Questo virus ci sta piegando come nazione, ma non ci spezzerà. Dal nostro canto stiamo facendo il massimo possibile per continuare ad offrirvi i nostri migliori prodotti e servizi, il tutto rispettando pienamente le disposizioni governative relative alla sicurezza dei lavoratori.

Intanto vi ringraziamo tutti, dal primo all’ultimo, per il calore e vicinanza che ci avete espresso in questo ultimo mese. Nulla verrà dimenticato. 

Roberto Casini – CEO Gruppo Tapì

Scarica il Comunicato Stampa